Installa questo tema

Indirefugio Festival 2014

INDIREFUGIO 2014 - VI° edizione

teatrofficina refugio livorno

INDIREFUGIO 2014 - VI° edizione
teatrofficina refugio livorno

INDIREFUGIO 2014 - VI° edizione

teatrofficina refugio livorno

INDIREFUGIO 2014 - VI° edizione

teatrofficina refugio livorno

INDIREFUGIO 2014 - VI° edizione

teatrofficina refugio livorno

INDIREFUGIO 2014 - VI° edizione

teatrofficina refugio livorno

signorinastromboli:

19.10.2014
Rainbow pour Rimbaud à Livourne
A. Rimbaud - Gli stupri
Gli animali di un tempo ingroppavano, anche in corsa,
con membri sparsi di sangue ed escrementi.
I nostri padri esibivano i glandi fieramente
nelle grinze del fodero e nella grana della sacca.  

La femmina del Medio Evo, angelo o porco
esigeva gagliardi dai solidi argomenti :
Anche un Kléber, dalla brache lente
avrà avuto i suoi bei momenti.

Al più fiero mammifero l’uomo somiglia ;
L’enormità del membro a torto stupisce ;
Ma un’ora arida ha suonato: il cavallo
e il bue hanno frenato gli ardori, e  nessuno
oserà drizzare il proprio orgoglio genitale
nei cespugli  dove s’agita un’ilare infanzia.


A ognuno  le proprie chiappe. Vidi sovente
gente sbottonata al riparo d’una palizzata,
E, nei bagni senza pudore dell’infanzia gaia,
sbirciavo  la forma e l’effetto del culo. 

Sodo, livido per lo più, provvisto
d’ovvi emisferi  cosparsi di rada peluria;
Ma è solamente nel solco soave 
che lunga  e folta  come il raso, fiorisce.

Ingegnoso e toccante e meraviglioso
del pari agli angeli delle sante tele 
simula  una gota ove il sorriso s’incava. 

Oh! alfine  stare nudi, cercare riposo e gioia,
la fronte girata verso la porzione gloriosa
e liberi tutti e due di  soffocare singhiozzi ? 
Scuro e crespo come un garofano viola,
respira, umile racchiuso nella spuma
umida ancora d’amore  che segue il dolce declivo
delle pallide chiappe fino al cuore del vortice. 

Filamenti simili a lacrime lattiginose
han pianto sotto il crudel vento che le sospinge
Attraverso grumi di marna rossa
per perdersi dove la china li chiama.  

Il mio sogno più volte s’abboccò alla ventosa;
l’anima mia del coito materiale gelosa
ne fece  fulva sua grondaia e nido di pianti. 

E’ l’estatica oliva, e il tenero flauto ,
è il tubo  dove scende  la  celeste praline:
E’ un Chanaan di femmina nell’umido chiuso ! 

signorinastromboli:

19.10.2014

Rainbow pour Rimbaud à Livourne

A. Rimbaud - Gli stupri

Gli animali di un tempo ingroppavano, anche in corsa,
con membri sparsi di sangue ed escrementi.
I nostri padri esibivano i glandi fieramente
nelle grinze del fodero e nella grana della sacca.  
La femmina del Medio Evo, angelo o porco
esigeva gagliardi dai solidi argomenti :
Anche un Kléber, dalla brache lente
avrà avuto i suoi bei momenti.
Al più fiero mammifero l’uomo somiglia ;
L’enormità del membro a torto stupisce ;
Ma un’ora arida ha suonato: il cavallo
e il bue hanno frenato gli ardori, e  nessuno
oserà drizzare il proprio orgoglio genitale
nei cespugli  dove s’agita un’ilare infanzia.
A ognuno  le proprie chiappe. Vidi sovente
gente sbottonata al riparo d’una palizzata,
E, nei bagni senza pudore dell’infanzia gaia,
sbirciavo  la forma e l’effetto del culo. 
Sodo, livido per lo più, provvisto
d’ovvi emisferi  cosparsi di rada peluria;
Ma è solamente nel solco soave 
che lunga  e folta  come il raso, fiorisce.
Ingegnoso e toccante e meraviglioso
del pari agli angeli delle sante tele 
simula  una gota ove il sorriso s’incava. 
Oh! alfine  stare nudi, cercare riposo e gioia,
la fronte girata verso la porzione gloriosa
e liberi tutti e due di  soffocare singhiozzi ? 
Scuro e crespo come un garofano viola,
respira, umile racchiuso nella spuma
umida ancora d’amore  che segue il dolce declivo
delle pallide chiappe fino al cuore del vortice. 
Filamenti simili a lacrime lattiginose
han pianto sotto il crudel vento che le sospinge
Attraverso grumi di marna rossa
per perdersi dove la china li chiama.  
Il mio sogno più volte s’abboccò alla ventosa;
l’anima mia del coito materiale gelosa
ne fece  fulva sua grondaia e nido di pianti. 
E’ l’estatica oliva, e il tenero flauto ,
è il tubo  dove scende  la  celeste praline:
E’ un Chanaan di femmina nell’umido chiuso ! 

SIBERIA - Il Mare

Vincitore per il pubblico - INDIREFUGIO 2014

signorinastromboli:

Vi presento i due vincitori di Indirefugio Festival 2014. Sono due solisti ma fanno parte entrambi di un progetto più grande. Il pubblico ha votato Siberia, ovvero Eugenio Sournia e la critica ha dato il premio a Estuario, ovvero Ulisse Poggioni. E’ stata una serata bellissima. Grazie a tutti i concorrenti. Ai giurati e a tutto il pubblico. Io sono parecchio soddisfatta dei vincitori, sono anche belli! Seguiteli, andateli a sentire…

signorinastromboli:

Vi presento i due vincitori di Indirefugio Festival 2014. Sono due solisti ma fanno parte entrambi di un progetto più grande. Il pubblico ha votato Siberia, ovvero Eugenio Sournia e la critica ha dato il premio a Estuario, ovvero Ulisse Poggioni. E’ stata una serata bellissima. Grazie a tutti i concorrenti. Ai giurati e a tutto il pubblico. Io sono parecchio soddisfatta dei vincitori, sono anche belli! Seguiteli, andateli a sentire…